Come aprire un negozio automatico Vetrina Shop in 10 passi!

Consigli utili per tutti i negozianti (titolari di punti vendita fisici) e imprenditori del settore Open Shop 24.
Abbiamo già presentato il servizio Vetrina Shop by Torino Vending, come una soluzione in grado di trasformare la tua vetrina, in un negozio automatico aperto 24 ore al giorno. Questo comporta numerosi vantaggi, il più evidente dei quali è che aumenterebbe l’orario di apertura del negozio senza aumentare il monte ore dei dipendenti.
Approfondiamo questo mondo: di seguito abbiamo redatto un decalogo per suggerire, a chi si affaccia al mondo della distribuzione automatica come opportunità di business, i primi 10 passi da compiere nella direzione giusta. Leggi fino in fondo il nostro articolo!

Le caratteristiche dei negozi automatici.

Anche se si tratta di un’implementazione in un negozio fisico, un distributore automatico Vetrina Shop condivide numerose caratteristiche con i negozi automatici e la distribuzione automatica tout court, vediamone qualcuna insieme.

I vantaggi.

Perché aprire un negozio automatico? I vantaggi sono numerosi (ne avevamo già parlato qui con un focus sui negozi fisici e qui con focus sulle strutture integralmente self-service), ne riportiamo rapidamente alcuni:

  • Il già citato aumento di orario di servizio di vendita al pubblico.
  • Riduce i costi del personale.
  • Riduce le code e i tempi d’acquisto.
  • Stimola nel cliente l’acquisto d’impulso.

Il target.

Chi acquista dai negozi automatici? Ecco qualche dato che raggruppa comunque un target abbastanza variegato:

  • La quasi totalità degli utenti è composta da cittadini italiani.
  • Il 55% è sotto i 40 anni.
  • I clienti sono ripartiti equamente tra uomini (50%) e donne (50%).

I 10 passi per aprire un negozio automatico.

Ok, ti sei convinto: vuoi installare un distributore automatico Vetrina Shop nel tuo punto vendita, o preferisci aprire proprio un negozio automatico 24h? Sono entrambe due opportunità interessanti da implementare nel tuo business.

Attenzione però, non cadere nel tranello: se pensi che si tratti di un’attività redditizia senza fare nulla, allora sei fuori strada. C’è bisogno di lavorarci su, senza sottovalutare aspetti importanti. E ora come fare? Ecco dieci semplici passi per trasformare la tua intuizione in realtà.

#01. Valutare le alternative: acquisto o noleggio operativo dei distributori.

Aprire un nuovo business non è mai qualcosa da fare senza riflettere, e un open shop 24 non fa eccezione. Prima di tutto bisogna valutare quanto costa il distributore automatico (o più di uno nel caso) quali sono i costi di gestione, il ricarico sui prodotti, i tempi reali di rientro dell’investimento.

Considera il noleggio operativo: sicurezza di pianificazione grazie ai canoni costanti. Tecnologia sempre aggiornata e vantaggi fiscali legati alla deducibilità dei canoni.

Quale modello di vending machine soddisferà le nostre necessità specifiche? Che investimento iniziale serve?

In pratica, serve un valido business plan: prendi in considerazione il fatto che esistono degli ammortamenti fiscali per chi investe nella cosiddetta Industria 4.0, e i distributori automatici collegati a un servizio di telemetria e clouding rientrano in questa categoria.

#02. Scegliere la location.

Questo passo è scontato se si sta potenziando il proprio negozio fisico, ma rimane fondamentale per il business: la location è infatti in grado di influire sul tipo di prodotti e sul numero di distributori automatici necessari per soddisfare la portata di traffico di quella zona.

#03. Mettersi in regola con i permessi.

Anche in questo caso, i negozi fisici già aperti sono ovviamente facilitati, in ogni caso aprire un negozio self 24 non è un’impresa impossibile: serve presentare al comune la dichiarazione di avvio di attività produttiva (SCIA) e, in caso si vendano generi alimentari, bisogna aderire al protocollo di igiene HACCP.

#04. Scegliere la tipologia dei prodotti.

Un negozio fisico difficilmente venderà prodotti afferenti a categorie merceologiche diverse rispetto a quelle del “negozio madre”, ma fare in modo che anche il distributore automatico possa offrire un ventaglio variegato di opportunità è un modo sicuro di migliorare l’appetibilità del negozio automatico per i clienti. Anzi bisognerebbe cercare di inserire nel distributore prodotti complementari, di modo che gli utenti siano invogliati a fare più di un acquisto.

#05. Scegliere i fornitori.

Un passo fondamentale, perché un buon fornitore non è solo un assistente, ma un partner insostituibile per la crescita del tuo business. Per lo meno è così che la vediamo noi di Torino Vending che, oltre a essere punto vendita, siamo anche Centro di Assistenza e Ricambi per i gestori della distribuzione automatica di Torino e Provincia e di tutta la Valle d’Aosta.

#06. Allestimento.

L’ambiente del negozio automatico, che sia la vetrina, un chiosco esterno o una stanza coperta che affaccia sulla strada, è fondamentale: deve risultare accogliente e invitante, e al contempo spiegare bene al pubblico i prodotti che offre, risultare convincente e ispirare fiducia. Insomma, affidiamo all’estetica e alla pulizia una buona dose di merito del successo del negozio automatico, cosa si può fare quindi per migliorarlo?

I lavori di ristrutturazione dei locali possono riguardare e migliorare:

  • l’impianto elettrico,
  • la videosorveglianza,
  • la pavimentazione,
  • il controsoffitto,
  • la rimodulazione dei serramenti.

#07. Mantenimento.

Ovviamente non basta aprire un bel negozio automatico, bisogna anche mantenerlo attrattivo e funzionante. Anche per questo è bene affidarsi a un buon Centro Assistenza che aiuti con la manutenzione straordinaria e che possa anche risolvere rapidamente eventuali guasti o disporre dei ricambi in tempi brevi.

#08. Promozione e comunicazione sul punto vendita 24h.

Sempre nell’ottica di non rimanere fermi ma potenziare e migliorare il proprio business, un negozio automatico è anche un asset di comunicazione e promozione attrattivo, infatti le sue luci possono attirare le attenzioni del pubblico e gli schermi dei distributori automatici possono anche essere usati per comunicare promozioni sui prodotti (a tempo o a esaurimento scorte), invogliando i clienti a aumentare la propria spesa.

#09. Integrare le nuove tecnologie.

La costante evoluzione digitale non ha lasciato per niente indifferente il mondo del vending: sono disponibili app per i distributori automatici e servizi di telemetria e clouding per essere sempre aggiornati sulla situazione scorte e per ottenere in tempo reale preziosi dati statistici.

#10. Non fossilizzarti sulla distribuzione dei prodotti più comuni.

Il settore vending è un ottimo campo in cui perseguire l’innovazione e gli ultimi trend commerciali del momento, oltre ai classici distributori di bevande calde e di snack&food, aumenta la distribuzione di altri prodotti come i sex toys, gadget, giochi per bambini, capi e accessori di abbigliamento, merchandising sportivo e universitario, accessori di telefonia, accessori audio e video. Rimani sempre aggiornato e al passo con le tendenze del mercato!

Ultimi articoli